Come mantenersi in linea per non pensare più ai chili in più

“Al di là di tutte le diete possibili esistano comportamenti alimentari in grado di migliorare la qualità della vita e la salute”.

E’ possibile fare due mesi di dieta all’anno senza grandi sacrifici,sufficiente un giorno di die

ta a settimana per tutto l’anno, per un totale di 52 giorni.Non ci sono miracoli ma un dimagramento sano e costante accompagnato da un miglioramento del metabolismo. 

E non è poco se si pensa che oggi, pur mangiando meno si pesa sempre di più. Senza contare che stare a dieta un giorno alla settimana non interferisce con la vita sociale, è facile da mettere in pratica ed è quasi piacevole.

Il primo passo è la scelta del giorno in cui limitare il proprio appetito. In quella giornata a colazione si dovrà mangiare pane integrale e marmellata, a metà mattina un frutto, a pranzo verdura e proteine (carne, pesce o legumi), un altro frutto a metà pomeriggio e a cena ancora verdure e proteine. Il tutto con il divieto di assumere sale.

Le diete, si sa, sono molte.

Ogni anno si assiste all’affermarsi di quella più alla moda. Tutte, con maggiori o minori stress per l’organismo, fanno perdere peso. Tuttavia sforzarsi di essere magri è la cosa più triste del mondo.

Privazioni, regimi punitivi per lunghi periodi, poco rispetto dei propri gusti: le diete funzionano tutte. Si perde peso ( soprattutto liquidi), ma con continui sacrifici “sociali” e alla fine si riacquistano i chili persi con gli interessi. Ma si può facendo un giorno di dieta tutte le settimane all’anno per accelerare il metabolismo e stare completamente in forma.

Con questo sistema si fanno ben cinquantadue giorni di dieta all’anno (uno alla settimana) per un totale di quasi due mesi.

Certo la perdita di peso è più lenta che nelle diete concentrate, ma i risultati sono più duraturi e benefici. Con la one day light l’organismo si adatta facilmente al cambiamento alimentare, perdendo progressivamente i chili in eccesso e guadagnando un benessere completo.

Schema dietetico per un’alimentazione sana ed equilibrata che ognuno dovrebbe rispettare, a qualunque età, per il benessere dell’intero organismo.

Consumare solo alimenti provenienti da coltivazioni e allevamenti che non comportino l’uso di diserbanti, antiparassitari, mangimi, conservanti o altro di origine chimica non esistente in natura.

Consumare ogni giorno almeno un litro e mezzo di acqua preferibilmente oligominerale e non gassata artificialmente.

Cucinare i cibi usando solamente i seguenti metodi di cottura (in ordine di preferenza): a vapore, al forno, alla griglia, al cartoccio, bollitura in poca acqua, conservando il brodo di cottura.

Consumare ad ogni pasto ed all’inizio del pasto, abbondante verdura cotta o cruda. La verdura all’inizio del pasto (sopratutto se cruda) ha effetto aperitivo, digestivo, lassativo e saziante.

Consumare ad ogni pasto un solo tipo di alimento associato alla verdura seguendo lo schema illustrato di seguito.

Condimenti: Usare esclusivamente olio di oliva extravergine, solo a crudo Sale: Usare in minime dosi (insaporire i cibi con rosmarino, timo ed altre spezie a piacere).

Zucchero: Usare zucchero di canna integrale o miele vergine.

Frutta: Consumare solo frutta di stagione, all’inizio dei pasti o, ancora meglio, lontana dai pasti (non va consumata alla fine dei pasti per evitare fermentazioni gastriche e intestinali).

Pane: Consumare pane integrale solo durante la prima colazione, oppure ai pasti esclusivamente con verdure Uova: Una volta alla settimana, consumare crude o bollite per 3 min.

Formaggi: Non più di due volte alla settimana, preferendo quelli freschi.

Alcool: Evitare in modo assoluto i superalcolici (whisky, cognac, gin, etc.). È accettabile bere un bicchiere di vino (genuino) a pasto.

admin

Оставить отклик

Ваш адрес эл.почты не будет опубликован.